L’Archivio Luce per le scuole

truffault

L’archivio Luce è stato il primo, in ambito internazionale, e tuttora detiene questo primato, a rendere accessibile il proprio patrimonio in rete, consentendone la visione da ogni parte del mondo. Un tesoro enorme di immagini che ha potuto essere interamente “scoperto” e valorizzato, tanto da ottenere il massimo riconoscimento dall’Unesco, inserito nel 2013 nel registro “Memoria del mondo”.

Le sue banche dati on line offrono possibilità molteplici di uso dei documenti audiovisivi, fotografici e filmici, per lo studio della storia del  Novecento, non solo italiana.

Nonostante tutte le sue incredibili risorse siano accessibili interamente sul web, continuano a sussistere difficoltà, a cominciare dal mondo della scuola, dalla primaria fino all’università, nell’utilizzare le fonti fotografiche e audiovisive, documenti indispensabili, oggi, per lo studio della storia da una parte, ma anche per la conoscenza della realtà e della società attuali, a partire dalle comunità territoriali. Sempre più urgente è dunque lo sviluppo di capacità e di vere e proprie competenze per la comprensione e la decodifica dei linguaggi audiovisivi, dell’educazione ai media, alle loro forme ed espressioni, per un loro uso consapevole e creativo, nonché democratico.

Il patrimonio dell’archivio Luce è messo dunque a disposizione delle scuole, in modo partecipato, fornendo strumenti e organizzando laboratori, virtuali e in loco, per l’uso didattico delle immagini, sviluppando progetti di raccolta e valorizzazione di nuove fonti, per “fare luce” soprattutto sulle storie locali, tante, diverse, raccontate da fonti spesso inedite o “nascoste”, da interrogare e comprendere, come le memorie e gli immaginari di una comunità.

Seguite la pagina dell’Offerta Didattica, a mano a mano, aggiornata.

Settant’anni dalla fine della guerra. Voci di memorie e abbracci…

Comune di Vasanello e Archivio storico Istituto Luce

Nell’ambito del progetto

Settant’anni dalla fine della guerra. Voci di memorie e abbracci: testimonianze di vita alla fine della Seconda Guerra Mondiale

Si è svolto il primo incontro/seminario per le scuole secondarie di I grado – Vasanello, venerdì 20 febbraio 2015 – ore 10.00 – 13.30

Le fonti fotografiche e audiovisive

Metodologie di lettura, ricerca, trattamento, produzione e valorizzazione

a cura di Patrizia Cacciani e Letizia Cortini

La locandina: Seminario_Uso_fonti_audiovisive_Vasanello_20_febbr_2015

Questo slideshow richiede JavaScript.

Temi e programma

Il linguaggio delle fonti fotografiche e audiovisive – Esercitazioni di analisi e decodifica

Raccogliere e produrre testimonianze video e fotografiche – Esercitazioni di organizzazione della ricerca e di preparazione delle video/foto documentazioni

Custodire, catalogare, digitalizzare i documenti fotografici e audiovisivi – Esercitazioni

La ricerca delle risorse (fonti) nel web. Gli archivi e i loro portali, banche dati, percorsi – Esercitazioni

Individuazione e visione di film relativi alla storia del territorio sul portale dell’Archivio Luce (si veda in calce).

Sono stati distribuiti materiali didattici (schede per l’analisi delle fonti fotografiche e cinematografiche, dispense sugli elementi di base dei linguaggi delle immagini fisse e in movimento).

E’ previsto un ulteriore incontro entro giugno 2015. Nel frattempo gli studenti delle due classi di terza media stanno raccogliendo videointerviste e fotografie relative al periodo della seconda guerra mondiale. Documenteranno, inoltre, le fasi del loro progetto (video e foto). I materiali prodotti e raccolti saranno oggetto di trattamento digitale ed elaborazione di percorsi narrativi insieme ai ragazzi, per essere poi pubblicati sul portale Luce per la didattica.

Per informazioni: p.cacciani@cinecittaluce.it; francescofochetti@virgilio.it

Materiali didattici:

elementi_base_linguaggio_filmico

schede_analisi_film_foto

Strumenti per l’organizzazione di campagne di raccolta e uso dei materiali fotografici e filmici

scheda prima rilevazione dati foto e film reperiti

tipologie di video interviste e indicazioni, di Luisa Cigognetti e Gisella Gaspari

liberatoria video interviste

liberatoria_fotografica_soggetto_maggiorenne

Film Luce

A Civitavecchia Turati inaugura le opere fasciste dell’anno IV, Giornale Luce A0210, novembre 1928

 

Inaugurazione del ponte ferroviario sul Tevere a Civitacastellana, Giornale Luce A0496, gennaio 1930

 

Nuovo ponte ferroviario a Bassano Teverina presso Orte, Giornale Luce A0755, marzo 1931

 

La linea ferroviaria Roma-Civitacastellana-Viterbo, Giornale Luce A0935, marzo 1932

 

Le grandi manovre militari, Giornale Luce A1001, settembre 1932

 

La nuova ferrovia dell’Alto Lazio, Giornale Luce B0306, luglio 1933

 

La consacrazione del sacrario ai caduti della rivoluzione dell’Impero, alla presenza del Duce, Giornale Luce B0989, 11 novembre 1936

 

Il ponte sul torrente Biedano, Giornale Luce B1197, 11 novembre 1937

 

Italia. Civitacastellana, Giornale Luce B1674, 23 febbraio 1940

 

Bombardamenti nelle zone di Orte, Montefiascone e Viterbo del 5 e 6 giugno 1944, Combat film RW012

 

Foto

Attualità

La variante di Sutri, 1929

Reparto Guerra

Aviazione – Nostri bombardieri in volo sul campo – Rifornimenti. Viterbo – Aerei della 63^ Squadriglia […] 04.07.1940 – 08.07.1940
17 immagini

Nel web

Cronache di Vasanello

Vasanello ricorda le 23 vittime dei bombardamenti del 1944

29 agosto 1943, l’eccidio di Orte

Orte il giorno della memoria

Danniguerra, documenti dell’Archivio di Stato di Viterbo

Bombe su Orte Scalo, 1943-1944

Ferrovia Roma Nord_ così sopravvisse alla II guerra mondiale

Dalla guerra alla pace

Percorso per gli studenti delle scuole secondarie di II grado.

L’Archivio Luce e l’Archivio Aamod hanno realizzato, il 26 febbraio 2015, un convegno di studi dedicato al tema della pace e alla storia del pacifismo, con particolare riferimento al Novecento fino ad alcune iniziative attuali. La presentazione e il programma, con alcuni materiali in anteprima, sono disponibili a questo link. Da qui l’idea di organizzare anche un percorso on line, attraverso i materiali raccolti e suggeriti dai relatori, ad uso delle scuole. Tale percorso verrà aggiornato e sviluppato nel tempo, anche grazie ai suggerimenti e ad ulteriori materiali che perverranno alla redazione, da parte di insegnanti e studenti.

Seguendo la scaletta degli interventi al convegno si riportano a seguire, foto, video, saggi, organizzati in sezioni specifiche, secondo il programma del convegno. I documenti fotografici e audiovisivi presenti potranno essere oggetto di studio e approfondimento nelle classi, sia per i contenuti trattati, sia per il loro linguaggio specifico. Si consiglia quindi per l’esame del loro linguaggio e per la contestualizzazione, di utilizzare le dispense e le schede proposte nella sezione STRUMENTI.

Si segnala in particolare il progetto per le scuole, Dalla Grande Guerra alla Grande Pace, con le sue linee guida, ovvero le metodologie per la messa a punto di laboratori specifici nelle scuole, presentato dall’assessore alla cultura del Comune di Udine, Federico Pirone.

Storia della pace nei contesti attuali

  • Introduzione (P. Cacciani, Archivio storico Istituto Luce, responsabile Mediateca, Valorizzazione patrimonio)

P_Cacciani_26febbr2015

Le fotografie dell’Istituto Nazionale Luce che documentano la visita di Gandhi in Italia nel dicembre 1931.

Confronta le voci storiche relative a Gandhi, pubblicate in anni differenti, sull’Enciclopedia Italia Treccani: 1932, 1948, 2005 (Enciclopedia dei ragazzi), 2010.

Si suggerisce la visione del film Gandhi, del regista Richard Attenborough, del 1983, sulla vita del Mahatma, interpretato da Ben Kingsley. Il film dominò agli Oscar del 1983 con la vittoria di otto statuette tra cui l’Oscar al miglior film. E’ visionabile on line.

Questo slideshow richiede JavaScript.

  • Dalla pace negativa alla pace positiva. L’impervio cammino del diritto alla pace (Prof. A. Papisca titolare della Cattedra Unesco in Diritti umani, democrazia e pace presso Università di Padova

Relazione_A_Papisca_26_febbr_2015

La seguente playlist presenta La dichiarazione dei trenta diritti umani, indispensabili per ogni uomo sulla Terra , redatta il 10 dicembre 1948, ma non prevede il diritto alla pace.

 

“In Italia, per iniziativa del Centro Ateneo Diritti Umani dell’Università di Padova e del Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani, si è sviluppata una originale campagna per il riconoscimento internazionale del diritto alla pace. Finora, i Consigli di 300 Comuni e 4 Regioni hanno adottato un apposito Ordine del giorno e inviato lettere ai rappresentanti dei 47 stati membri del Consiglio Diritti Umani. Una loro delegazione ha anche compiuto una missione a Ginevra, portando al Palais des Nations copia delle prime cento delibere” (estratto dalla relazione del Prof. Papisca). A seguire i documenti del Centro e del Coordinamento:

Appello_Centro_Diritti_Umani, ottobre 2014

Lettera_Sindaci_Dichiarazione_Riconoscimento_Diritto_Pace, dicembre 2014

Modello_Odg_Diritto pace_Coordinamento_enti_locali, s.d.

L’Archivio Pace Diritti Umani del Centro Ateneo per i Diritti Umani dell’Università di Padova

Segue il video con lettura dell’Appello per il Diritto alla pace ad Assisi il 19 ottobre 2014, in occasione della marcia per la pace.

 

  • Pace o guerra: il ruolo degli stereotipi nazionali nelle relazioni fra stati, Arianna Montanari – Docente di Sociologia dei Fenomeni Politici presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università “La Sapienza” di Roma

Sintesi_relazione_A.Montanari

  • “L’Italia ripudia la guerra”: l’articolo 11 della Costituzione nei lavori dell’Assemblea Costituente, Paolo Massa – Direttore archivio storico de La Camera dei Deputati

Presentazione_P_Massa

  • Il cinema di pace di Zavattini. Il cinema contro la guerra in Vietnam, Paola Scarnati – Direzione Archivio audiovisivo del movimento operaio e democratico

Il sito ufficiale di Cesare Zavattini con numerosi materiali on line, utilissimi per le scuole

Il cinegiornale della pace, 1963, ideazione Cesare Zavattini

L’appello di Cesare Zavattini

La scheda

Il film

I film della e sulla guerra in Vietnam – La raccolta dell’Archivio audiovisivo del movimento operaio e democratico e la rassegna 2015

La memoria nelle storie di pace

  • Il dilemma della pace: visioni ed azioni di donne nella Guerra Mondiale, Elda Guerra – Responsabile dell’ Archivio del Centro di Documentazione, Ricerca e Iniziativa delle Donne di Bologna

Slide_E_Guerra

  • Obiettori di coscienza in tempo di guerra e in tempo di pace. «Neutralità fra le forze in contrasto», Alberto Bertone – L’INCONTRO periodico indipendente – Torino

Intervento_A_Bertone

  • In cammino per la nonviolenza: Aldo Capitini oltre la Perugia-Assisi, Massimo Valpiana – Presidente nazionale del Movimento Nonviolento, responsabile della Casa per la non violenza di Verona e direttore della rivista mensile “Azione nonviolenta”, fondata nel 1964 da Aldo Capitini

Aldo Capitini, biografia e scritti – Dossier

La Carta programmatica del movimento nonviolento

  • L’obbedienza non è più una virtù, Agostino Burberi – Vice presidente della Fondazione Don Milani

Lettera di Don Milani ai Cappellani militaricontrari all’obiezione di coscienza, 1965

Educazione alla pace nelle scuole

I film 

Per l’analisi dei film che seguono, si raccomanda l’uso delle schede nella sezione STRUMENTI, inoltre si suggerisce la ricerca dei video e delle foto qui pubblicati, ma anche di altri documenti relativi a questo tema, sul sito dell’archivio Luce: www.archivioluce.com, corredati di schede catalografiche specifiche.

 

 

 

Come favolosi fuochi d’artificio, regia di Lino del Fra, 1967

Dall’Archivio audiovisivo del movimento operaio e democratico