La Cineteca Sarda, una eccellenza regionale.

Dal 7 all’11 novembre presso la Cineteca Sarda si sono svolti incontri seminariali e una rassegna cinematografica dal titolo: ” 1936 – 2016 La  Guerra di Spagna nella memoria del cinema”.  E’ stata l’occasione per conoscere ed approfondire una preziosa realtà regionale.

Tutto comincia con …

La Società Umanitaria

La Società Umanitaria eretto in Ente Morale con regio decreto del 29 giugno 1893, secondo le norme della legge 17 luglio 1890 n. 6972, è attualmente un soggetto giuridico di diritto privato che agisce senza scopo di lucro operando per lo sviluppo educativo e socioculturale in ogni settore della vita individuale e collettiva.

Essa opera in Sardegna nel campo degli audiovisivi dal 1959 con la gestione del settore audiovisivo del Progetto Sardegna-OECE che si è sviluppato sino al 1962. Nel 1963 concluso il progetto Sardegna-OECE, ha proseguito in proprio l’attività in campo audiovisivo con l’istituzione di un Ufficio Sardo per la fornitura di materiali didattici e sussidi audiovisivi, di assistenza tecnica, formazione e aggiornamento ad animatori culturali e audiovisivi ed insegnanti.

Negli anni Sessanta …

Dal 1967 gestisce i Centri di Servizi Culturali nelle città di Cagliari, Alghero e Iglesias istituiti sulla base dell’art. 20 della L. 26/6/1965, n.717 e successivamente confermati dalla L.R. n.37/1978.

Cineteca Sarda

Nel 1966 ha promosso l’istituzione della Cineteca Sarda dando vita alla prima infrastruttura audiovisiva pubblica, culturale ed educativa in Italia, l’unica in Sardegna e dotata di una struttura permanente di studio e sperimentazione.

Nel 1967 la Società Umanitaria, con l’istituzione del Centro per i Servizi Culturali di Cagliari ha consolidato il servizio audiovisivi tramite la Cineteca Sarda e con i suoi centri di Alghero e di Iglesias ha dato vita a Centri Audiovisivi con attrezzature all’avanguardia per quanto riguarda le tecniche di produzione e riproduzione compresa la video scrittura e la computer grafica. Programma l’assistenza tecnica e metodologica alle scuole con programmi pluriennali di educazione audiovisiva e in questo ambito organizza una Biennale di “Cinema, ragazzi, scuola”.

Dagli anni Novanta …

Dal 1990 la Cineteca è membro effettivo del “Coordinamento nazionale delle mediateche”, ciò le consente di accedere all’acquisizione e scambio di materiali audiovisivi e al prestito intermediatecario.

La Cineteca Sarda si è configurata sempre più come un servizio regionale audiovisivo rivolto al cittadino, all’operatore culturale e all’utenza scolastica attraverso il prestito di film e documentari, di attrezzature tecniche, l’assistenza alla programmazione audiovisiva nella scuola e nei gruppi associativi, la promozione di Rassegne tematiche delle varie cinematografie nazionali, monografiche e per ragazzi, le attività di aggiornamento degli operatori culturali e degli insegnanti e la sperimentazione formativa ed educativa con l’associazionismo e con la scuola.

Centro di documentazione audiovisiva sulla cultura regionale

Dal 1986 la Società Umanitaria organizza il Convegno “Cinemacittà” per il coordinamento delle attività cinematografica e audiovisive nell’area metropolitana, e nel 1987 ha dato avvio al progetto “La Sardegna nello schermo” con il recupero, l’acquisizione e la messa in circolazione dei documenti della memoria audiovisiva della regione e la realizzazione di cataloghi e guide ragionate per l’uso didattico e culturale.

Attività Internazionali

La Società Umanitaria è membro effettivo dell’European Children’s Film Association (ECFA), costituita nel 1988 a Bruxelles in occasione del Simposio “Il cinema per ragazzi nell’anno europeo per il cinema”.

Nel 1996 la Cineteca Sarda diventa membro associato della FIAF (Federation International des Archives du Film), l’organismo che raggruppa le cineteche di tutto il mondo e di cui in Italia fanno parte solo cinque organismi: Cineteca del Comune di Bologna, Cineteca Italiana di Milano, Cineteca Nazionale di Roma, Museo Nazionale del Cinema di Torino, Cineteca del Friuli.

I ritrovamenti e i restauri

L’attività di restauro della Società Umanitaria – Cineteca Sarda ha portato al recupero e restauro, negli anni Novanta, del film “Cainà” di Gennaro Righelli, realizzato in collaborazione con la Cineteca del Friuli e la Cineteca di Praga, e di “Cenere” di Febo Mari in collaborazione con la Cineteca del Friuli e la George Eastman House di Rochester (USA). In anni più recenti è stato portato a termine il restauro, in collaborazione con la Cineteca Italiana di Milano, di cinque film di Gavino Gabriel. Nel 2007, in collaborazione con la Regione Autonoma della Sardegna e con la Cineteca di Bologna, si è attivata l’operazione di restauro del film di Fiorenzo Serra “L’ultimo pugno di terra” e dei due cortometraggi realizzati da Vittorio De Seta nel 1958, “Un giorno in Barbagia” e “Pastori di Orgosolo”.

Memoria storica audiovisiva della società sarda

Il “Progetto di catalogazione del patrimonio audiovisivo filmico relativo alla memoria storica audiovisiva della società sarda”, ha portato alla realizzazione del catalogo regionale del patrimonio audiovisivo riguardante la Sardegna, che comprende film documentari, fiction, video, cinegiornali, cortometraggi e lungometraggi realizzati su diversi supporti (pellicole a 8, 16 e 35 mm; videocassette VHS, Dvcam, U-matic, Betacam, BVU e dischi DVD) e realizzati da autori sardi e da autori non sardi ma con contenuto riguardante la storia, la cultura, l’economia, la natura e i protagonisti della Sardegna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...