Il bianco e il rosso Dentro ed Oltre Santa Rosa

Nell’Università degli Studi di Viterbo, presso il il Dipartimento di Scienze Umanistiche, della Comunicazione , del turismo DISUCOM c’è un Laboratorio Fotografico.

Nell’anno scolastico 2016 – 2017 è stato attivato un progetto di scuola alternanza lavoro con il Liceo Scientifico Statale Ruffini di Viterbo, con il coinvolgimento dell’Ufficio Stampa del Comune di Viterbo.

Il progetto si chiama “Dentro Santa Rosa. Oltre Santa Rosa”. Il progetto grafico è di Andrea Venanzi: “L’impaginazione è un esplicito richiamo al quadrato di Instagram, ovvero il veicolo originario scelto dal gruppo per condividere gli scatti. Il volume presenta una doppia copertina poiché le immagini sono organizzate secondo due percorsi narrativi: “Oltre Santa Rosa”, narra il contesto, ovvero tutto ciò che ruota intorno alla Macchina, dalla città in festa alla cittadinanza in attesa, dalle vie piene di sedie ai negozi che mostrano in vetrina tributi alla Santa.”

Dentro Santa Rosa”, si concentra invece sulla manifestazione, raccontando sia gli aspetti più intimi come la vestizione e il ritiro dei facchini, sia quelli più spettacolari come il corteo storico ed il trasporto.
I protagonisti sono Giovanni Fiorentino, un gruppo di studenti dell’ateneo, ed il gruppo del Liceo Scientifico “Paolo Ruffini” coordinati dalla professoressa Alessandra Croci.

Riproponiamo alcuni stralci dell’articolo del professor Giovanni Fiorentino   (Direttore del Dipartimento DISUCOM) che introduce alla deliziosa pubblicazione, agile volume tascabile di 320 pagine, in vendita in librerie ed edicole a cura dell’editore Sette città.

“… Un’esperienza formativa intergenerazionale, interdisciplinare, interculturale che immediatamente stabilisce contatti e relazioni tra l’Università e Viterbo, tra l’istruzione formativa e la vitalità del territorio, tra generazioni differenti di studenti e formatori, tra la scuola e una comunità intera, spesso modificando i ruoli tradizionali con l’obiettivo di avvicinare i tanti protagonisti alla produzione, all’uso, alla fruizione e alla condivisione consapevole di fotografie digitali. Il risultato, tra i tanti, è questo libro che mette insieme un’esperienza di apprendimento, una pratica creativa, un evento religioso e socio-antropologico centrale per la Tuscia, la sua comunità e la città di Viterbo, con la vita intensa nei giorni di Santa Rosa”.

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...