Trieste: una bellissima passeggiata tra storia e memoria.

Alcuni giorni fa siamo andati per lavoro a Trieste. E’ stata una preziosa occasione per conoscere nuove realtà e riscoprirne di vecchie in una nuova veste.

Il salone degli Incanti, il Civico Museo della Guerra per la Pace De Henriquez, la Risiera di San Sabba.

Il salone degli Incanti, ex Pescheria , centro espositivo di arte moderna e contemporanea in riva Nazario Sauro, ospita sino al 19 giugno la mostra ” 14-18 Due fronti, Una città. Storie triestine”. Una rilettura della storia di Trieste e delle diverse esperienze dei suoi abitanti, durante la prima guerra mondiale e nei primi anni del dopoguerra.

Il Civico Museo della Guerra per la Pace Diego De Henriquezin via Cumano 22, ha trovato sede dal 1999 a seguito del recupero, restauro e riconversione in spazio espositivo della Caserma “Duca delle Puglie“.

La prima parte del museo è stata dedicata alla Prima Guerra Mondiale e sono in fase di restauro le nuovi ali dove proseguirà la storia della Città.
Su proposta del direttore dei Musei civici Maria Masau Dan, che ha guidato il lavoro, il progetto scientifico è stato affidato allo storico Lucio Fabi, autore di significativi studi sulla prima guerra mondiale e collaboratore di importanti musei storici; lo hanno affiancato nelle ricerche e nello sviluppo del progetto la conservatrice del Museo Antonella Cosenzi e lo staff culturale dei Musei civici. Il progetto dell’identità visiva del Museo, del logo e dell’allestimento è di Francesco Messina.

Il monumento nazionale Risiera di San Sabba ha inaugurato il 31 gennaio u.s. il nuovo allestimento della sala museo. Il progetto scientifico è di Francesco Fait per la direzione della dott.ssa Maria Masau Dan ed  è stato sostenuto da un comitato scientifico composto da:Tullia Catalan, Franco Cecotti, Francesco Fait, Martina Humar, Maria Masau Dan, Tristano Matta, Dunja Nanut, Cristina Roggi, Michele Sarfatti, Anna Maria Vinci. II testi sono redatti da Giorgio Liuzzi e tradotti in lingua slovena e inglese da Ingrid Cotic.Il progetto di allestimento è di Corrado Pagliaro e il progetto grafico di Roberto Duse.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...