Il primo seminario “Luce per la didattica” alla Fondazione Giffoni

locandina_picentini_in_luceSi è svolto venerdì 4 dicembre il primo incontro di Luce per la didattica alla Fondazione Giffoni, secondo l’articolato progetto pubblicato anche sul sito della Fondazione (qui il link).

Nella bellissima cornice dell’antica ramiera si è tenuto il seminario Archivi, fonti visive, storia, linguaggi, percorsi, rivolto agli insegnanti e agli studenti di diversi licei e istituti superiori, non solo di Giffoni, ma anche di Salerno e della provincia.

Paolo Russomando ha presentato le attività della Fondazione Giffoni, di cui è Presidente, sottolineando l’importanza della collaborazione con istituzioni quali Luce Cinecittà – Luce per la didattica in particolare – al fine di avviare sinergie culturali fondamentali sul territorio, per la sua promozione in ambito artistico, storico, turistico, nonché economico e occupazionale per i giovani.

E’ poi intervenuto il dirigente scolastico dell’ Istituto di Istruzione Superiore Gian Camillo, Carmine Tavarone, che ha confermato la disponibilità e l’entusiasmo dell’Istituto a impegnarsi nel progetto di ricerca, raccolta e valorizzazione, da parte degli studenti, delle fonti che narrino le storie di Giffoni, in collaborazione con Luce per la didattica.

Mario Ferrara, responsabile del nascente Archivio Audiovisivo-Cineteca della Campania, ha presentato il progetto “Dall’economia agricola all’economia dell’immaginario, dal Cinema Moderno a Giffoni Multimedia Valley”, illustrandone le finalità e le opportunità per il territorio e per la nascente struttura regionale.

cinema-teatro-moderno-Giffoni

Patrizia Cacciani e Letizia Cortini hanno  presentato il progetto generale Luce per la didattica e le sue finalità specifiche, affrontando temi che hanno spaziato dalla storia degli archivi audiovisivi a quella dell’archivio Luce e del suo patrimonio; dall’importanza dell’uso delle fonti filmiche e fotografiche nella didattica della storia, alle specificità linguistiche e narrative del cinema, alla storia dei media visivi nell’era digitale. Hanno quindi proseguito fornendo indicazioni metodologiche e strumenti per le attività di ricerca e raccolta delle fonti che verranno utilizzate nei laboratori successivi.

E’ intervenuto, a sorpresa, anche il Presidente, nonché fondatore, di Giffoni Multimedia Valley, Claudio Gubitosi, che ha ripercorso la storia del Festival, anche attraverso le memorie personali, sottolineando l’importanza del recupero degli archivi privati per la costruzione delle memorie collettive e identitarie dei territori.

I ragazzi sono stati coinvolti sin dal primo incontro in alcune attività volte alla comprensione degli elementi di base del linguaggio audiovisivo e alla scoperta del “punto di vista” nell’inquadratura.

Quelle che seguono sono le fotografie realizzate da quattro diversi studenti, in collaborazione con altri compagni, che hanno voluto sperimentare la scelta del proprio punto di vista, raccontando con alcune immagini il seminario. Le fotografie sono poi state commentate collettivamente.

Le fotografie di Amedeo Frasca

Le fotografie di Renato Fierro

Le fotografie di Chiara Vece

RASSEGNA STAMPA SEMINARIO PICENTINI IN LUCE (Pdf)

I prossimi appuntamenti saranno resi noti all’inizio del nuovo anno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...